idee-diritti

Premessa

La Mantova che vogliamo è una città in cui sia piacevole e appagante vivere, in cui sia possibile condurre un’esistenza piena e volta alla realizzazione di sé.

Mantova nei prossimi anni deve diventare una città che promuove diritti e opportunità, che non discrimina, che accoglie tutti. E che sia attrattiva, in particolare per i giovani e le famiglie, in modo da invertire quel calo demografico e la tendenza all’invecchiamento della popolazione che ne stanno determinando il progressivo spegnersi.

Per realizzare questi obiettivi è fondamentale puntare l’attenzione sui diritti delle persone, elaborando strategie e strumenti che li rendano concretamente esigibili.

 

Obiettivi

Riteniamo prioritario promuovere in qualità di diritti:
• la ridefinizione e l’ampliamento delle prestazioni esigibili di welfare;

• la partecipazione democratica alle scelte amministrative;

• l’accesso libero alla rete e all’informazione;

• l’accesso rapido e informatizzato agli atti e alle procedure amministrative;

• il diritto alla mobilità e a un ambiente pulito e sicuro;

• il valore delle diversità sessuali, di genere, di cittadinanza, di religione;

• il diritto di poter esprimere la propria volontà in merito a scelte che riguardano il proprio corpo, in particolare in relazione ai trattamenti sanitari nel caso in cui il soggetto non sia più capace di intendere e di volere o non sia più autonomo;

• il diritto alla sicurezza e alla legalità;

• la tutela dei diritti degli animali.

 

Strumenti

• Definizione dei livelli essenziali delle prestazioni del welfare e revisione delle tariffe e dell’ISEE corrispondenti.

• Assunzione nel Regolamento Comunale del concetto di Bene Comune.

• Assunzione di un Regolamento sull’amministrazione condivisa dei beni comuni urbani, sul modello di quello adottato dal Comune di Bologna, che preveda patti di collaborazione fra Amministrazione, cittadini ed associazioni e che sia supportato da un adeguato finanziamento annuale e dalla predisposizione di spazi idonei nei quartieri.

• Inserimento nel Regolamento Comunale della possibilità di indire referendum propositivi, confermativi, abrogativi e di introdurre la figura del difensore civico.

• Estensione a tutta la città del wi-fi libero con incentivi per gli esercizi commerciali che lo adottano.

• Progetto di innovazione tecnologica per favorire l’accesso via web a tutti gli atti e le procedure della Pubblica Amministrazione, favorendo la mobilità dei documenti e non delle persone.

• Progetto di innovazione tecnologica per la conoscenza aperta e diffusa via web di tutti i dati ambientali, sociali ed epidemiologici.

• Progetti per favorire la mobilità sostenibile, anche incentivando l’uso di mezzi alternativi al trasporto privato, e per rendere il centro storico e i quartieri pienamente accessibili e sicuri per i soggetti più fragili (disabili, anziani, bambini), intervenendo su barriere architettoniche e altri elementi di intralcio (dai sacchetti della raccolta differenziata ai parcheggi selvaggi).

• Istituzione del Registro delle persone che sottoscrivono il testamento biologico.

• Istituzione del Registro delle unioni civili.

• Istituzione del Protocollo sulla sicurezza e la legalità.

• Istituzione di un Regolamento Comunale per garantire il rispetto e la tutela degli animali.